Chi forma i formatori?

The Science Zone fa un salto di qualità con un incontro di formazione a
tutto tondo.

Il weekend del 3-4 febbraio resterà certo nella memoria di tutti i
partecipanti all’associazione. Un weekend di formazione a 360° per
aprire le porte ai nuovi soci e preparare con professionalità i progetti
futuri.
In occasione delle nuove sfide che si aprono all’orizzonte abbiamo
deciso di rafforzare il nostro metodo educativo, mettendoci in gioco in
una due giorni di confronto e dibattito nella “Casina del Parco delle Energie” al Pigneto (Roma).

WhatsApp Image 2018-02-03 at 11.23.50
Il programma, serrato, del I giorno ha visto tre presentazioni svolte da
soci “old “, una mattinata di brainstorming per l’elaborazione di
nuovi esperimenti e un pomeriggio “hands-on”.

I nuovi soci hanno avuto l’occasione di fare esperimenti di
Biologia, di Meccanica e Termodinamica in un contesto piuttosto arduo con bambini di tutte le età e tanta eco dovuta alla forma della splendida sala che ci ha ospitato, una situazione in cui anche l’educatore più esperto avrebbe avuto pane per i suoi denti…1Casina

Ma, anche questa volta, il metodo TSZ si è rivelato efficace e grazie alla
democraticità dell’assemblea, all’entusiasmo dei partecipanti, e al
segreto fascino della scienza, tutto è andato per il meglio.

Le presentazioni della mattina si concentravano proprio sul metodo, e
sono servite a trasmettere gli ingredienti fondamentali che non possono
mancare ai formatori di The Science Zone: la passione che anima
l’associazione, l’attenzione al metodoeducativo IBSE, i consigli pratici per sopravvivere a una classe di III elementare e, perché no,
trasformarla in un gruppo di apprendisti scienziati.
Il secondo giorno ci siamo regalati una formazione più autorevole,
invitando un comunicatore professionista, educatore e formatore che da anni lavora nel terzo settore.
Parlare con Andrea Cruciani è stata una grande occasione per tutti noi per
formalizzare idee e intuizioni. Per una congrega di scienziati guardare
la crescita di un bambino con gli occhi di Piaget è di certo
un’opportunità per mettersi in discussione e fare scorta di buoni
propositi.
WhatsApp Image 2018-02-03 at 11.23.21
Questo è stato il primo passo verso un futuro fitto di
incontri di formazione, in cui affineremo la nostra sensibilità
scientifica con esperti e ed esperte che ci guideranno negli intricati
misteri della psicologia infantile e del suo sviluppo, per riuscire a stimolare in modo sempre migliore il pensiero critico e l’entusiasmo scientifico nelle giovani menti con cui ci confrontiamo.
Quello che abbiamo capito in questo weekend è che la pedagogia è una disciplina grande, che noi siamo un gruppo affiatato e abbiamo i mezzi e la
voglia per continuare a cambiare il futuro partendo dai più piccoli, con
le domande giuste e il nostro approccio “hands-on”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...